martedì 7 marzo 2017

Arrangiatevi!

Perdere.
Perdersi.
Perdonare.
Perdonarsi.

Queste sono cose che non sono in grado di fare.
Dimenticare sì, perdonare no.
Assentarmi sì, perdermi no.
Demolirmi sì, perdonarmi no.

È difficile accettarsi per quello che si è.
È difficile soprattutto perché non sempre ci si conosce - anche questo recentemente mi è stato rinfacciato in qualche scontro sul ring della vita -, abbiamo un'immagine di noi stessi sicuramente edulcorata.
Non vedendoci come siamo veramente è difficile capire dove intervenire per migliorarci.
Forse è questo il mestiere degli strizzacervelli.
Farti vedere come sei e suggerirti un percorso per migliorare o perlomeno per accettarti.
Oppure, l'alternativa, è lasciarti cullare dai tuoi difetti che, non conoscendoti, non li sai e quindi li puoi evitare benissimo.
I propri difetti, in fondo, sono solo problemi per gli altri.
Che si arrangino!


Nessun commento:

Posta un commento

La porta (e l'olio)

Olio, tanto olio. In quelle pompette un po' vintage che ancora circolano oggi. In genere di colore rosso. Un pezzo di carta, un po'...