lunedì 1 agosto 2016

Leggere o scrivere?

Leggere è un sogno.
Iniziare un nuovo libro, annusare le pagine, farsi prendere dalla storia, conoscere i personaggi, entrare nelle loro menti, partecipare alle gioie e ai dolori dei singoli protagonisti, odiarne alcuni e amarne altri, cercare - pagina dopo pagina - di 'intervenire' nella narrazione sapendo che è impossibile, intristirsi leggendo l'ultima riga, ricercare qualcosa di simile nel libro dopo...tutto questo è l'amore della lettura. È un amore cerebrale, seducente, mentale, emotivo.

Ma scrivere è un'altra cosa.
Iniziare un nuovo racconto, vedere la storia nascere sotto le tue dita, creare i personaggi, manipolare le loro menti, decidere le loro gioie e i loro dolori, odiarne alcuni e amarne altri, 'intervenire' direttamente - pagina dopo pagina - nella narrazione sapendo che tutto è possibile, essere felici alla fine perché in fondo non ne puoi più, avere la mente a qualcosa di completamente diverso per la prossima fatica letteraria...tutto questo è amore per la scrittura. È un amore fisico, sessuale, è vero e proprio orgasmo. Puro piacere, null'altro.

Nessun commento:

Posta un commento

Teatro di prosa

È che la vita è un palcoscenico - anche se la visione è un po' banale e trita - in cui si susseguono scene senza che nessuno abbia scrit...