martedì 12 maggio 2015

Ribolliti a puntino

- Allora siete tornati, mi fa il solito ficcanaso che spesso compare nella mia vita. - Com'era Firenze?
- Meravigliosa come sempre, affascinante, ricca, e spaventosamente sporca e affollata.
Mi ricordavo della vera grande bellezza della città, ma di questo caos, di questa confusione diffusa, di questa cafoneria dilagante, di questa lercio assoluto in giro per la città... no, non proprio non lo ricordavo.
- Vabbè, pur di dare addosso a Renzi, ti inventi pure questa.
- Ma no, è vero. Tutti i servizi che si leggono sulla cialtroneria dilagante del turismo globale sono vere. In giro c'è un'amenità umana che fa paura, con postulanti a ogni angolo di via che ti chiedono soldi o ti vogliono vendere ciarpame vario, gruppi di viandanti che bloccano i passaggi, carrozzelle a duecento all'ora che si fanno largo fischiando come in un film western, auto elettriche che per farsi sentire usano dei segnali acustici ancora più inquinanti delle auto a benzina, file interminabili, costi esorbitanti...
- Ho capito, caro il mio snob. Non ti è piaciuta.
- Tutt'altro. Bellissima, straordinaria, con cose meravigliose che hanno riempito gli occhi ma soprattutto la mente. Impagabile, nonostante tutto.
La nostra gita culturale ha toccato gli angoli classici della città: piazza della Signoria, visita agli Uffizi, Duomo, Santa Croce, Ponte Vecchio, Arno, palazzi vari...una vera bellezza.
I due principi sono stati bravissimi, hanno camminato per chilometri, si sono appassionati da veri intellettuali e hanno mangiato come orsi.
- E l'unica vera meta che vi eravate prefissata, l'avete vista? 
- Via dei Bonizzi? Certo. Un pellegrinaggio vero e proprio, contrassegnato e fotografato in lungo e in largo. Come tradizione familiare iniziata da mio fratello con i suoi figli.
- E com'è?
- Una piccola via alle spalle del duomo, con auto posteggiate, lercia come tutta la città, e non di particolare fascino. Ma è la "nostra via", e quindi è bellissima.
- Ho capito. Peccato non vedere qualche foto...
- Ok, te ne allungo due, tanto per dare l'idea, proprio perché sei tu..., una anche con gli Squali.
Te saluto. 
 

Nessun commento:

Posta un commento

La porta (e l'olio)

Olio, tanto olio. In quelle pompette un po' vintage che ancora circolano oggi. In genere di colore rosso. Un pezzo di carta, un po'...