mercoledì 27 agosto 2014

Tanti auguri Bianca!!

Ciao Bianca,
oggi arrivi alla veneranda età di sette anni, mica paglia!
È strano, ma non riesco a pensare alla mia vita senza la tua presenza.
Quando sei arrivata, veloce e prorompente anche nel parto, tutto si è sconvolto.
Saranno stati i tuoi capelli rossi, sarà stata la tua intolleranza alimentare che ha reso molto difficile la vita in particolare a tua madre per i primi due anni, sarà stato che due figli non sono il doppio di uno ma ben di più, ma il sottile equilibrio che avevamo raggiunto dopo la nascita di Andrea è stato completamente sovvertito dalla tua furia Rossa che ha conquistato, giorno dopo giorno, il suo spazio.
Hai urlato per due anni, hai spaccato i timpani (e non solo quelli...), hai esatto attenzione e dedizione, hai 'spinto' tuo fratello nel suo spazio.
Non sei una bambina facile, amore mio.
Sei nata nello stesso giorno di mia zia Elena, la sorella di tua nonna (che entrambe non hai mai conosciuto - maledizione!) e in famiglia sappiamo tutti che caratterino avesse.
Bianca in parete
Io, ogni tanto per scherzare, penso sommessamente che sei la sua reincarnazione, perché era una donna volitiva, estemporanea, dalla personalità imprevedibile e dalla furia immediata.
Tu sei 'uguale', il tutto condito da quello che ti ho trasmesso io, che non sono un esempio di pacatezza.

Ma sembra tutto un problema, e invece non lo è.
Tu sei forte, determinata, splendidamente decisa, con la voglia di fare che ho visto in pochi bambini.
Ma sei meravigliosamente affettuosa, con la capacità di sciogliere anche le persone più dure.
Io nei tuoi abbracci strettissimi fino a soffocare, mi perdo, credimi, completamente.
Hai reso la mia vita felice, mi hai reso migliore, mi hai fatto capire cosa conta di più nella vita di ognuno.
Oggi sentendoti al telefono per gli auguri di rito mi si è aperto il cuore.

Venerdì ti raggiungo e conto i minuti.
Oggi è il tuo giorno e io sono con te.
Tanti auguri ancora.

Un bacio infinito.
Papà, Papi, Papone e Papino (scegli tu).

Ps. Ora che sai contare bene, prova a farlo ogni volta che ti assale la furia che ti contraddistingue. Ne guadagni in salute, credimi.

Nessun commento:

Posta un commento

La porta (e l'olio)

Olio, tanto olio. In quelle pompette un po' vintage che ancora circolano oggi. In genere di colore rosso. Un pezzo di carta, un po'...