domenica 13 gennaio 2013

Una poesia ci seppellirà

Ci sono emozioni che ti assaltano, improvvisamente.
Spesso legate a qualcosa, a uno sguardo, a un libro, a un odore, a un ricordo.
O un film.
"Il postino" è uno di quelli. Con Troisi ormai alla fine...

È un concentrato di sentimenti, di formidabili scosse emotive, di ricordi intrecciati, di suggestioni e di passioni sbattute in faccia.
Mancano solo gli odori e i profumi che il mare e l'isola (forse Procida, ma non ricordo...) comunque ti fanno intendere, tra le immagini.
È un film dolce, lento, straordinariamente delicato per gli occhi, per la mente ma soprattutto per il cuore.
È un film che trasmette passione, amore viscerale, voglia di dare, voglia di vivere.
E poi è un film legato a un mio passato ormai andato e dimenticato.
Quando finisce ti senti meglio.
E tu sei migliore.


Nessun commento:

Posta un commento

La porta (e l'olio)

Olio, tanto olio. In quelle pompette un po' vintage che ancora circolano oggi. In genere di colore rosso. Un pezzo di carta, un po'...