mercoledì 29 agosto 2012

Un mondo tutto nostro

Un'estate bellissima si è appena conclusa.
Dopo le non-vacanze dell'anno scorso, quest'anno tutto è filato liscio, all'insegna del bel tempo - caldo porco, intendiamoci... - della serenità, e soprattutto della compagnia dei miei figli.
Come è normale che sia, i figli, i cosiddetti Squali che imperversano nei mari della mia vita, crescono, e alla velocità della luce.
Fisicamente hanno accumulato circa 5 centimetri a testa negli ultimi sei mesi. Andrea si sta 'riempendo', gonfiando muscoli e raggiungendo un fisico invidiabile che l'ha fatto diventare un novello arrampicatore, gioia e orgoglio del suo papà da sempre appassionato alpinista e, un tempo, free-climber di buon livello.
Andrea è sempre più maturo, sempre più presente, sempre più responsabile, anche se sempre più trasgressivo. Sta diventando un ragazzo a modo, come si direbbe ai tempi di Giamburrasca, pur conservando uno spirito ribelle che lo distingue dalla massa bue dei suoi coetanei alle prese, grazie ai loro papà illuminati, con la lotta quotidiana del calcio, del tifo becero e dello sgambettare in mutande tutto il giorno.
Ma la mutazione più straordinaria, anche dal punto di vista fisico - è andata per la prima volta dal parrucchiere 'vero' dopo anni di tagli casalinghi da parte della madre -, l'ha avuta Bianca.
Sempre un bel carattere che ci seppellirà tutti quanti, ma ormai la ragazza comincia ad avere la capacità di convivere con le situazioni, di rispettare di più il prossimo, di essere più 'adulta' nei rapporti.
Entrambi hanno di fatto, tra una cosa e l'altra, quasi due mesi di vacanza, un po' in montagna e un po' al mare, giocando, nuotando, correndo, arrampicando, mangiando, ridendo, scannandosi, biciclettando, riempiendosi la bocca di gelato e salsicce.
Un'estate meravigliosa che li ha visti protagonisti di tante nuove esperienze, in cui sono riusciti a vedere e a fare cose che manco sapevano esistessero.
Un'estate forte, che ha lasciato il segno.

Un'estate, la cosa più importante, in cui ho passato tanto tempo con loro.
Anch'io sono cresciuto, quest'anno.

Nessun commento:

Posta un commento

La porta (e l'olio)

Olio, tanto olio. In quelle pompette un po' vintage che ancora circolano oggi. In genere di colore rosso. Un pezzo di carta, un po'...