venerdì 23 marzo 2012

Il nano vince due volte

Perché uno, uno chiunque, crede che in fondo ora ce ne siamo liberati.
Non solo.
Uno ormai crede che siamo sulla strada del risanamento economico, del riallineamento finanziario, sulla via delle riforme strutturali che renderanno questo paese 'moderno' - che tradotto significa che le aziende possono licenziare quando hanno voglia, che i giovani devono morire prima di avere una stabilità economica e che tutto, ma proprio tutto, deve essere privatizzato e merce di scambio.
Invece chi ha vinto negli ultimi vent'anni, continua a vincere, anche oggi, in questa apparente ombra.
Lo so cosa dite. Eccome.
- Solito fissato, solito ossessionato dalla figura del nano bagongo. Anche quando ormai è scomparso, lo rievocate, perché senza di lui, voi di sinistra, siete persi.

Invece vi inviterei a una riflessione, che naturalemente può essere confutata, ma siccome il blog è mio parlo solo io. A voi, poi, i commenti.

Quell'uomo, che ha portato l'Italia alla disgregazione sociale, geografica e allo scontro tra generazioni; quell'uomo che distrutto la convivenza, che ha cancellato il rispetto tra i cittadini e aperto la strada all'arricchimento di pochi (lui in primis) a spese dei tanti sempre più poveri; insomma quello lì ha vinto, e alla grande.
Ha vinto prima perché, a monte di tutte le nefandezze politico sociali, si è salvato dalla miriade di processi che avrebbero mandato in galera anche un bambino. Per vent'anni ha fatto melina, ha inventato leggi a suo uso e consumo, ha bloccato processi, ha introdotto nuove regole e alla fine se l'è scampata. Ultimo esempio il processo Mills, tutto da rifare, con lui che va in giro a dire, grazie ai suoi peones dell'informazione, che è stato assolto.
Ma poi continua a vincere perché il cosiddetto governo dei tecnici sta facendo quello che avrrebbe voluto fare lui ma che per manifesta incapacità politica e ignoranza abissale non è mai riuscito a fare.
Quindi oggi abbiamo un governo che distrugge le tutele nei confronti dei lavoratori, massacra ulteriormente le piccole e medie aziende che ormai non sanno più a che santo votarsi, smantella lo stato sociale, fa finta di avviare liberalizzazioni senza toccare le vere lobby, ci strangola con ancora nuove tasse e poi, ciliegina sulla torta, accarezza, coccola e non tocca di fatto (a parte qualche azione specchietto per le allodole) quelle che sono i suoi veri referenti: banche e società finanziarie. Cioè i responsabil della crisi, ma soprattutto i perpetratori della crisi grazie al loro ignobile comportamento nei confronti di privati e aziende. Oltre a proteggre le grandi aziende, le solite, quelle dai nomi noti.
E noi, pur di non rivedere l'uomo dai capelli di plastica, siamo disposti a mandare giù tutto, riconoscendo a questo governo il recupero di un'immagine internazionale decente e l'abbassamento dello spread. Tutti che parlano di spread, sopra i 300 e sotto i 300 punti, senza capire niente di cosa significa.
L'uomo del monte è un'intoccabile, da destra e da sinistra.
Tutti allineati e coperti, tutti in fila, tutti entusiasta. Guardate Repubblica. E se critichi sei il solito...
E intanto, l'uomo dai tacchi più alti della storia dopo Lady Gaga, nella sua ombra, tra le pareti della sua nuova villa sul lago di Como, tra un bunga bunga e l'altro, se la sghignazza, va allo stadio a vedere il Milan e dichiara 48 milioni di reddito.
Ciao ciao Italia, cornuta, mazziata e pure presa per i fondelli.
E i cocci sono nostri, ma solo quelli.

3 commenti:

  1. Mai sentito tante stupidaggini insieme!!!
    Ma cosa credevate?...che l'Italia potesse continuare cosi' da solo in occidente?...facendo scappare gli investitori stranieri per le leggi sul lavoro archaiche medievaliche frenano l'economia e creano disoccupazione?
    Ma non vi siete mai chiesti perchè nei paesi in cui si è liberi di licenziare anche senza motivazione,..stanno meglio di noi?.vedi la Svizzera...l'Olanda,la Danimarca,l'America,l'Austria..Germania...Perchè in questi paesi gli stipendi sono più alti?..Perchè molte multinazionali investono i loro soldi in quei paesi?..e non in Italia?Lo sapete che in questi paesi la gente si licenzia da sola ogni volta che trova un lavoro più remunerativo?e senza preoccuparsi del tempo indeterminato o del mutuo!!I contratti(il contratto) è sempre annuale!...ma alle banche (per il mutuo interessa che il richiedente lavori!!...non che tipo di contratto ha!Da loro le aziende si rubano il personale tra loro!!facendo salire lo stipendio!!Questo si chiama libero mercato!!Ma perchè voi volete stare in un azienda tutta la vita con un misero stipendio?La concorrenza la deve fare anche il lavoratore!!Mi vuoi?..mi paghi di più,altrimenti rimango dove sono.

    RispondiElimina
  2. a leggere, non solo il tuo blog, ma tanti altri di sinistri come te, incapaci di creare qualcosa, ma solo capaci di criticare senza costrutto e distruggere, perchè questa è la vostra vocazione, beh noi poveracci di centrodx sai come ce la stiamo ora godendo, nel vedervi rodere il fegato da quella immensa invidia che vi ritrovate, perchè la vostra è solo invidia, vista l' innata incapacità che vi ritrovate.
    Auguri e prendetevi un buon amaro Giuliani, chissà, forse vi aiuterà a sopportare quella devastante bile che vi perseguita.
    Cordialissimi saluti

    RispondiElimina
  3. E' grazie a coglioni come voi del centrodestra che siamo arrivati dove siamo .

    RispondiElimina

La porta (e l'olio)

Olio, tanto olio. In quelle pompette un po' vintage che ancora circolano oggi. In genere di colore rosso. Un pezzo di carta, un po'...