giovedì 12 gennaio 2012

Facciamo un gioco

La vita è fatta di mancanze. Fisiche.
Mancano le persone a cui tieni, mancano quegli uomini che hanno fatto la storia della tua vita, mancano le donne che hanno segnato il tuo quotidiano, passato e presente.
Mancano, nel senso che non ci sono più.
Allontanati per sempre, inavvicinabili, svaniti.
Affetti, amori, amicizie; e complicità, ore vissute insieme, trasgressioni, solidarietà...
Molto di tutto questo non esiste più.
Fa parte della vita, voi direte.
È il corso naturale delle cose, mi ricorderete.
C'è chi arriva, chi se ne va. C'è chi si avvicina e chi si allontana.
Ma a volte, questo 'corso naturale', è più difficile da digerire.
E alla mia età dovrei essere più saggio.

Nessun commento:

Posta un commento

Teatro di prosa

È che la vita è un palcoscenico - anche se la visione è un po' banale e trita - in cui si susseguono scene senza che nessuno abbia scrit...