giovedì 24 marzo 2011

Giornata nazionale per la promozione della lettura...

..., qualcuno se ne è accorto?
Oggi il paese si unisce compatto per promuovere e diffondere una dei pochi cibi per la mente che ci è rimasto. Proprio compatto...
Non è un caso che il ministro illuminato dell'economia abbia, non a caso, dichiarato che con la cultura, non è proprio un caso, non ci si mangia. Infatti lui mi sembra si stia inchiattendo...
Ma il problema è che una delle giornate che dovrebbe avere la massima attenzione in un paese come questo - i cui leggere è una parola orribile - sta passando sotto il totale silenzio.
Da anni si parla di agevolazioni fiscali per i libri, di finanziamenti per creare/potenziare biblioteche pubbliche e per la diffusione della lettura, di un ministero della cultura che si occupi di cultura (guarda un po'?), e invece le decisioni vanno sempre in un senso opposto.
Oggi è la giornata delle promozione della lettura, e nessuno se ne accorge, nessuno ne parla...
Forse è la sporca guerra che stiamo facendo, forse è quel dramma continuo del terremoto in Giappone, forse sono le foto delle sciacquette ad Arcore, forse...
E pensare che abbiamo insegnato a leggere, a scrivere e a vestirsi a tutto il mondo.
Buona lettura a chi resiste.

Nessun commento:

Posta un commento

Teatro di prosa

È che la vita è un palcoscenico - anche se la visione è un po' banale e trita - in cui si susseguono scene senza che nessuno abbia scrit...