domenica 9 gennaio 2011

W la scuola!

... nel vero senso della parola.
Domani la scuola riapre i battenti, riaccoglie come una grande mamma, tutti i suoi figli. Dai più grandi ai più piccoli.
Ma soprattutto li sottrae alle loro famiglie, sfinite da una vacanza lunghissima iniziata il 23 dicembre.
Quasi venti giorni con gli Squali in mezzo alle gambe, quasi venti giorni in cui, nell'ordine:
- si sono ammalati due volte entrambi
- hanno frignato dalle duecento alle trecento volte
- sono andati in bagno almeno una sessantina di volte chiedendo assistenza
- hanno mangiato almeno una cinquantina di volte, merende comprese, sporcando tavoli, piatti, e lamentandosi, sempre!, di volere qualcosa di diverso da quello che stavano mangiando
- hanno sciato più volte con un investimento pari all'acquisto di una villa a Beverly Hills, e una volta Pilù, a discesa finita, ha avuto la fantasia pure di sparire facendomi passare i dieci minuti più lunghi della mia vita
- hanno guardato un po' di televisione chiedendo, quando scappava la pipì, di fermare l'immagine come se fosse una visione di un dvd. E non sono ancora riuscito a far capire loro la differenza
- hanno corso in lungo e in largo la casa sfondando timpani a noi e ai quei poveracci che ci abitano sotto
- hanno affossato qualsiasi progetto alternativo alle loro volontà
- si sono svegliati le notti chiedendo cose astruse e impedendo di dormire

Ora basta!
Domani a scuola!
Domani iniziano le ferie.
Domani si torna al lavoro e la facciamo finita!

Viva il lavoro! Viva la fatica! Viva la scuola!
Almeno per un po'...

Nessun commento:

Posta un commento

La porta (e l'olio)

Olio, tanto olio. In quelle pompette un po' vintage che ancora circolano oggi. In genere di colore rosso. Un pezzo di carta, un po'...