lunedì 22 novembre 2010

La canzone della politica perduta

La Carfagna se ne va
Cosentino è a metà

Berlusconi resta
Fini sembrava, ma non si desta

Casini fa quello che ha sempre voluto fare
Diliberto avanza risoluto verso un nuovo baccanale

Vendola dappertutto
Di Pietro senza costrutto

Frattini è in ambascia
Tremonti sfascia

La Gelmini è il disastro assoluto
Bersani, forse, è più risoluto

Bocchino c'è e lotta insieme a...
Napolitano la fa grossa e fa arrabbià

Capezzone è il massimo della depressione
Mentre Montezemolo dice che è tutto un cinepanettone

L'anno finisce e se ne va
e nel 2011 che cosa accadrà?

Nessun commento:

Posta un commento

La porta (e l'olio)

Olio, tanto olio. In quelle pompette un po' vintage che ancora circolano oggi. In genere di colore rosso. Un pezzo di carta, un po'...