giovedì 18 novembre 2010

Via tutti...

In aereo, al ristorante, in albergo, sull'autobus, al club, in piscina, al parco, per strada, sui monti, al mare, in mezzo a un fiume, al luna park, in vacanza, al lavoro, in auto, a Natale, a Pasqua, a Carnevale, ad agosto, nel condominio, in manifestazione, al ristorante, al cinema, a teatro, all'acquario, al museo, all'aperto, al chiuso, in alto, in basso, in città, in provincia...
Ormai i bambini sono un peso, sono una noia, danno fastidio, impediscono a lor signori gli Adulti di fare le loro cose, divertirsi, giocare, mangiare, ridere...in santa pace.
Lo scontro tra generazioni ormai è all'apice, e si manifesta non solo attraverso leggi e impedimenti formali, ma grazie a ostacoli di tutti i giorni, divieti, blocchi.
È tutto un paese che concorre a questo.
È una cultura che si fa avanti.
È una realtà che prende piede.

Quindi non basta tagliare i fondi alle scuole, far chiudere le università, piuttosto che non dare aiuti alle famiglie e finanziare servizi.
Non basta un governo drammaticamente inadeguato che opera per smantellare tutto quello che serve per far crescere i nostri figli protetti e formati.
Ora ci si mette anche il 'privato', che pur di far business in questi momenti di crisi, si genuflette, facendo l'occhiolino, di fronte ai big spender, alle famiglie 'libere' che si sa hanno più capacità di spesa, più libertà di farlo e quindi non vogliono essere disturbati.

Allora via tutti i bambini, ok, acquisito.
Ma siccome noi siamo il governo del fare non ci limitiamo a distruggere. Facciamo proposte, per risolvere i problemi.
E allora:

Via tutti i ciccioni perché occupano troppo posto e non possiamo farli pagare il doppio.
Via tutte gli anziani che si sa mangiano poco e hanno minori necessità.
Via tutti quelli con i cani perché abbaiano.
Via tutti quelli che votano a sinistra perché portano solo grane.
Via tutti quelli che vengono 'da fuori' perché siamo padroni a casa nostra.
Via tutti gli omosessuali perché danno fastidio al paesaggio.
Via tutti quelli di religioni differenti perché poi non si capisce più quando è festa.
Via tutti i vegetariani perché poi non comprano la carne.
Via tutti i non-tifosi perché sennò la domenica che gli vendiamo?
Via tutti i polacchi che sono bigotti.
Via tutti i tedeschi che sono protestanti.
Via tutti gli inglesi che hanno la puzza sotto il naso.
Via tutti ....

Oh finalmente, via tutti!!!!

Bello 'sto albergo, ma perché non c'è nessuno?

1 commento:

  1. Con mio grande rammarico, dopo anni di fedele frequentazione, da quest'anno mi vedo costretta a rinunciare alla prenotazione presso questo albergo poichè:
    A) sono madre di due figli maschi ed adolescenti... quindi un tantino chiassosi
    B)ho un cane di media taglia che non abbaia ma ogni tanto sporca
    C) ho un cognato che da circa 10 anni convive, in perfetta armonia, con il suo splendido compagno
    D) mio marito fuma ... e quindi inquina

    vogliate perdonarmi

    cordiali saluti
    marina

    RispondiElimina

La porta (e l'olio)

Olio, tanto olio. In quelle pompette un po' vintage che ancora circolano oggi. In genere di colore rosso. Un pezzo di carta, un po'...