mercoledì 28 aprile 2010

Visita di leva

Visita di controllo annuale di Pilù con la sua amata pediatra.
Visita di routine che ha sancito una cosa fondamentale.
Sta bene, cresce (si è alzato molto per la gioia del suo papà), ci vede bene, bisogna fare un controllo generale dei denti e deve fare entro pochi mesi i richiami delle vaccinazioni.
La visita si è svolta nella più totale armonia, con Pilù totalmente collaborativo, e con (udite! udite!) i genitori entrambi presenti.
Sembrava la pubblicità del Mulino Bianco. Tutto un sorriso, un 'ma le pare', Pilù sorridente e cordiale.
Una meraviglia.
A un certo punto la dottoressa chiede a Pilù?
- Tratti bene tua sorella?
E lui, candido come colomba: - E' lei che mi massacra.
Fanciullesca trasparenza.

Lunedì prossimo la visita di BiBì. Con le mani già avanti.
Ci vuole tempo, non si sa come andrà a finire, non sarà così facile e poi chissà che cosa.
Memori dell'ultima volta in cui è entrata gridando ed è uscita urlando come un'ossessa. In mezzo solo sbraiti, attorcigliamenti, pianti, scalci simil cavallo e quant'altro.

Rispetto a una anno fa sembra quasi umana, BiBì.
Oggi è più tranquilla, quando vuole è di una dolcezza straordinaria.
Ma è quando non vuole che io temo.
Le donne, dolci e straordinari uragani che tanto ci allietano la vita.
Come faremmo senza?

1 commento:

  1. Quando si tratta di donne, è sempre complicato e totalmente incerto il destino,però senza sai che noia!!!
    Immagino BiBì incavolata nera, corrucciata che sbatte le braccia a destra e a manca ahahhaha GRAN DONNA RIBELLE !
    ciao Nik

    RispondiElimina

La porta (e l'olio)

Olio, tanto olio. In quelle pompette un po' vintage che ancora circolano oggi. In genere di colore rosso. Un pezzo di carta, un po'...