giovedì 29 aprile 2010

Ti faccio un cubo così!

Volevo solo dare, a mamme e papà, oggi un suggerimento di un gioco straordinario che abbiamo 'ordinato' per Natale al più famoso dei babbi.
Si chiama Cuboro, ed è un gioco svizzero, che abbiamo trovato a casa di cuginetti e che era stato acquistato in Germania.
In pratica il gioco è composto da una seri di cubi in legno - di grande consistenza - che sono disegnati in modo differente l'uno dall'altro. Tutti hanno una piccola galleria dentro in cui devono passare le palline.
Chi ha la galleria che sbuca a destra, chi a sinistra, chi sopra chi sotto, chi con lo scivolo in alto. Insomma i cubi, ordinati uno vicino all'alto, creano uno scivolo in cui far scorrere le palline: partono dall'alto, entrano ed escono, girano, scendono, si infilano fino a quando escono dall'ultimo buco.
E' più facile farlo che spiegarlo.
Il gioco comunque è bellissimo.
Pilù e BiBì si divertono prima a creare la costruzione - BiBì naturalmente usa i singoli cubi anche come oggetti contundenti contro il cranio di suo fratello - poi a far scendere le palline.
Con urla, spintoni, 'faccio io' 'no prima io', 'infila qui, metti là', il gioco si movimenta e tiene impegnati i due Squali per delle mezz'ore.
C'è creatività, senso delle proporzioni, gioco insieme, voglia di costruire, equilibrio, precisione, divertimento, aiuto reciproco e legno-non plastica.
Il gioco non è facile da trovare.
Il sito indica i negozi che lo vendono.
Per esempio da Milano sono dovuto andare a Pavia per trovarlo.
Non mi pagano alcuna royalties. Il consiglio è spassionato.
Vi indico il link al sito originale con la pagina in italiano, e anche del negozio pavese dove l'ho comprato.
Da qualche parte credo che ci sia un elenco degli esercizi commerciali in Italia che vendono questa meraviglia.
Questo è un piccolo assaggio da YouTube. Tanto per gradire.

1 commento:

La porta (e l'olio)

Olio, tanto olio. In quelle pompette un po' vintage che ancora circolano oggi. In genere di colore rosso. Un pezzo di carta, un po'...