martedì 2 febbraio 2010

Rassegna stampa

Oggi faccio il blogger di professione. Faccio quello che fanno molti sulla rete.
Raccolgo link ad altrettante notizie e poi le 'commento' grazie al mio autorevole carisma e al mio peso specifico culturale.
So che in questo momento la rete tutta trema e che il mondo intellettuale nostrano comincia ad agitarsi in attesa di.
Un'ultima nota. Le notizie riportate/segnalate sono ad altissimo contenuto e non son da tutti, visto i temi trattati. I bambini mandateli a letto.

Sembra che un giocatore di calcio inglese si sia fatta la compagna di un suo compagno di nazionale. E fin qui tutto bene, anche se il compagno di squadra  non credo che gli sia piaciuto molto. Il problema è che l'impero britannico tutto, dalla patria insulare a tutto il Commonwealth, sembra in british subbuglio perché il cialtrone adescatore è anche il capitano della nazionale di calcio. Quindi il dibattito si apre se sia ancora idoneo alla fascia di eletto e addirittura se sia ancora idoneo a giocare in nazionale. E pensare che ho sempre ricordato che 'niente sesso, sono inglesi'...

Sembra che Danny De Vito, il parente italo-americano che ha fatto i soldi di Brunetta, abbia una mania, come tutti noi. Ogni volta che gira il mondo come turista si fotografa i piedi nudi con lo sfondo un paesaggio, un monumento o chissà che altro. Una notizia che non poteva sfuggire a chiunque, ma in particolare al Corriere che puntualmente riporta in home page, almeno ora. Con tanto di foto, con l'altare sullo sfondo del duomo di Milano. Sembra che qualcuno abbia visto qualche fugace apparizione di uno spirito illustre sepolto nella chiesa meneghina (Visconti?), che si aggirava per la chiesa scuotendo la testa borbottando 'sti ignurant, poden minga sta' a ca' sua?'. Cialtroni nascono e cialtroni rimangono.

Sembra che Carlà non venga al festival. La ferale notizia è stata annunciata oggi. Prima sembrava per una canzone offensiva di non so chi. Poi invece, retifica, causa impegni personali insormontabili sorti nelle ultime ore presidenziali. O che ne so. Il paese, causa questa terribile tegola, si è fermato per qualche minuto. La produzione è calata ( la Fiat ha fatto una festa!!!), il parlamento ha colto l'occasione per una sospensione dei lavori fino alla fine di maggio, la tv ha mandato a reti unificate l'intervento del nano all'ultimo party di palazzo Garzioli. Si è registrata, forse per reazione alla delusione, un'impennata della natalità. Io che non ho mai visto Sanremo, giuro!, per solidarietà, quest'anno lo guardo.

Sembra proprio la verità, dobbiamo rassegnarci. Il Cnr ha sentenziato e quindi da cotanta autorevolezza non si sfugge. La primavera, quest'anno e speriamo solo per questo, sembra proprio che arriverà ad aprile, cioè quando deve proprio arrivare per calendario. Il triste annuncio viene dato, tra singhiozzi e lacrime, oggi, facendoci capire, di converso, che l'inverno treminerà, udite udite!, solamente quando inizierà la primavera. Io non so come reagite voi a questa strigliata infelice, ma io sono sconvolto. Tornando a casa ho escogitato mille sotterfugi per nascondere la verità alla mia famiglia, ma soprattutto agli Squali che, vista la loro innocenza, devono per ora stare alla larga dai dolori terribili di questo mondo atroce in cui siamo costretti a vivere. Appena a casa ho tagliato i fili della luce, ho eliminato i cavi per connetersi alla rete, ho bruciato sul balcone ogni riferimento cartaceo e soprattutto, con un espediente sadico, li ho mandati a letto senza neanche la cena. Così ho evitato le consuete domande di tutte le sere:
- Papààààà, quando finisce l'inverno? E quando inizia la primavera?
Noi ci passiamo le serate intorno a questi temi, che ci appassionano sempre più.
Io sono un papà. Io devo proteggere i miei figli!!!

Ps. Notiziola in fondo.
Sembra che non riesca a trovarla, ma giuro!!, oggi l'ho letta. Sembra che Paris Hilton si stia travestendo da Marylin Monroe. Non so perché, non so per cosa, non so quando.
Le masse popolari, a questa notizia, comunque stanno reagendo e vigilando. Si è intravista, in diverse città, qualche manifestazione spontanea con striscioni e bandiere, inneggiando alla famosa compianta star di Hollywood. Sono comparsi finte forche con la cameriera d'hotel ereditiera appesa a dovere. A Milano qualcuno ha scritto sui muri:
Giò i man dalla Marylin, te capì scaicquetta (la e deve essere milanesemente apertissima, per una corretta pronuncia)?

1 commento:

  1. Mitico il tuo " giornalino" questo si che si chiama scrivere ! dall'effetto intelletto-curativo.
    Grazie dei sorrisi di prima mattina, Nik.

    RispondiElimina

La porta (e l'olio)

Olio, tanto olio. In quelle pompette un po' vintage che ancora circolano oggi. In genere di colore rosso. Un pezzo di carta, un po'...