lunedì 15 giugno 2009

E fateli leggere 'sti bambini!!!

E chi non ci crede è un fesso.
Leggere, fin da subito, con i tuoi figli è uno dei metodi più facili e sicuri per far crescere bambini equilibrati, sensibili, affettivamente più sicuri, e soprattutto amanti del bel leggere, uno degli antidoti alla pochezza dei nostri giorni.
Questa è la tesi dell'iniziativa Nati per leggere, che ormai da dieci anni suggerisce iniziative e organizza incontri per sensibilizzare le famiglie italiane alla lettura con i propri figli.
E io ve lo testimonio di persona.
Pilù è nato e cresciuto in mezzo a i libri, ha genitori che fanno della lettura uno degli obbiettivi quotidiani, ha mosso i suoi primi passi con un libro in mano, ha sfogliato, guardato, stracciato libri da subito. Ogni sera una parte del nostro stare insieme comprendeva la 'lettura' di libretti colorati, ricchi di immagini e dalle storie più disparate.
Ancora oggi uno dei suoi massimi divertimenti è sedersi e sfogliare libri, leggere insieme ai suoi genitori qualche storia illustrata. E' dell'altro giorno il primo acquisto di un libro vero, di Rodari, per una lettura/racconto in condivisione. Speriamo che funzioni.
Pilù ha quasi cinque anni, ha un linguaggio che neanche il figlio del re possiede, una capacità critica molto sviluppata e una creatività e fantasia da invidia. Sarà un caso...
E BiBì, la seconda, e come tutti i secondi cresce un po' più 'abbandonata', ha sì una predilezione verso i libri, ma risente evidentemente della mancanza di esclusività e di tempo. Ma è ancora molto piccola e quindi tutto è ancora da vedere.
"Andate in libreria, perché vi piaceràààà", recita la canzone 'Il topo con gli occhiali' dello Zecchino d'Oro di non so quando.
Ed è proprio vero.
E spegnete 'sta Tv, forza!!!

Nessun commento:

Posta un commento

La porta (e l'olio)

Olio, tanto olio. In quelle pompette un po' vintage che ancora circolano oggi. In genere di colore rosso. Un pezzo di carta, un po'...