lunedì 20 marzo 2017

Preadolescenti vs postadulti

Caro Andrea,
cazzo!!!
Continua la tua lotta strenua, furibonda, maleducata, convulsa, sconsiderata, sbracata e insensata contro tua madre.
Volevo fare con te due considerazioni.
La prima di base, di sussistenza, poco strategica e molto tattica.
Io ho parecchi anni più di tua madre e quindi, scusa il francesismo, crepo prima.
Quindi, caro Andrea, farei un po' di attenzione e cercherei, nel limite del possibile, di tenertela buona, anzi buonissima. È molto probabile che dovrai passare molto tempo con lei, senza la mia insostituibile e luminescente presenza.
Quindi fatti due conti in tasca e datti da fare.
Seconda questione, un po' più sostanziale.
È chiaro che la situazione oggi è un po' liquida, come si definisce oggi per non dire praticamente nulla, e che capisco che il periodo di crescita che stai vivendo sulla tua pelle è uno dei più complicati.
Però è anche vero che, come diceva il Che, si può fare la rivoluzione, la più dura possibile, però 'senza perdere la tenerezza', senza dimenticare la gentilezza e il rispetto.
Ormai i weekend sono vere proprie sfide all'Ok Corral, sono continui scontri verbali, sono screzi all'infinito.
Tu scatti come una molla solo se qualcuno ti dice 'Ciao!', oppure quando qualcuno - tua madre in particolare - ti chiede di fare o non fare qualcosa.
E poi ti rifugi tra le mie braccia, chiedendo scusa. Ma non è a me che deve chiederla, ma a tua madre!
Il peggio è che, in questo clima, quando ci riuniamo tutti, contagi tutto e tutti, in particolare tua sorella, che come ben sai ha bisogno di tutto tranne che di essere incentivata a spaccare tutto.
Una fatica immane, figlio mio.
Una fatica aumentata da una situazione intorno che di certo non aiuta.
Ma questa è la vita, bisogna tenere duro, anche se è sempre più difficile.
Andrea, piantala lì, almeno un po', ti prego.
Papi


Nessun commento:

Posta un commento

La porta (e l'olio)

Olio, tanto olio. In quelle pompette un po' vintage che ancora circolano oggi. In genere di colore rosso. Un pezzo di carta, un po'...