lunedì 18 aprile 2011

Materialismo dialettico

Bianca è stata malata per quasi un mese. Devastante, sia dal punto di vista organizzativo, sia da quello ambientale.
Si è ammalata il giorno del compleanno del Bel Paese e - a parte l'interruzione di un paio di giorni -  e torna a scuola oggi. E tutti incrociamo le dita, i piedi, gli occhi anche qualcos'altro a piacere.
L'altro giorno, a casa con lei, le chiedo se vuole venire con me - in un toccata e fuga - in ufficio a recuperare il mio computer. In auto, veloci, senza prendere freddo.
Mi aspetto il solito delirio di 'non voglio, no, non ci vengo', e invece, visto che non ne può più di essere agli arresti domiciliari, urla un 'Sìììììì' a squarciagola che fa ben sperare.
Bene, ci organizziamo.
Maglietta, jeans, golf, giacca, scarpe e si esce.
Lei è splendida nel suo abbigliamento grunge, molto anni '70, molto casual (cioè proprio casuale...).
Nel tragitto ci fermiamo a un semaforo. Di fronte a noi una signora, che attraversando la strada, mostra al mondo intero, orgogliosa, la sua sigaretta.
Mai sia.
Bianca la vede e mi urla nelle orecchio, dal suo trono di viaggio:
- La signora fuma. È vero che non si deve fumare?
- È vero Bianca, rispondo io, noioso padre salutista, di sinistra e consapevole nella sua paternità moderna e solidale.
- Perché?, ribadisce lei
- Perché inquina l'aria, fa male alla persone che le vivono vicino, e la fa ammalare ai polmoni, e non solo.
- Ah, conclude la donna dei miei sogni.
Scatta il verde, io riparto e mi avvicino al mio ufficio.
Ma io so che non è finita lì.
Altro semaforo rosso.
- Papi (da un po' di tempo mi chiama così, e non avete idea di come mi fa innervosire, e quando vuole blandire si spinge addirittura fino al 'Papino', roba da far uscire di senno).
- Dimmi tesoruccio, rispondo digrignando i denti e stringendo il volante come volessi frantumarlo.
- Io non ho mai fumato, neanche da piccola (!). E allora, perché mi ammalo sempre?
A mia figlia, Marx, non fa neanche un plissé.

Nessun commento:

Posta un commento

La porta (e l'olio)

Olio, tanto olio. In quelle pompette un po' vintage che ancora circolano oggi. In genere di colore rosso. Un pezzo di carta, un po'...