martedì 15 febbraio 2011

Mica cotiche!

In questa giornata sconvolta da notizie straordinarie, processi, governi che scricchiolano, società nel mondo in subbuglio, pioggia battente irritante e odiosa e crisi economica sempre più violenta, svetta sopra tutto la pagella di Andrea.
Ieri, a San Valentino, la fatidica consegna del primo documento ufficiale della sua lunghissima carriera scolastica.
Cerimonia scarna e rapida, accompagnata da un altrettanto ristretto commento.
Andrea, classe prima B, ha raccolto in questo primo quadrimestre del suo primo anno di scuola, tutti e soli nove. E visto che il dieci in questa tornata non era contemplato - per stessa ammissione del collegio dei docenti - Andrea si è procurato il massimo che doveva procurarsi.
Ma in particolare, in quei pochi secondi di commento, le maestre in toto hanno tenuto a sottolineare che nella sua classe è l'unico ad avere fatto l'en plein.
Forse conta poco a questo punto, ma credo che sia un buon segnale soprattutto il commento riportato dalla scheda che lo dipinge come un bambino 'volenteroso e motivato, ha affrontato l'esperienza scolastica in modo positivo mostrandosi organizzato, attento e partecipe. Socievole e disponibile, collabora nel gruppo in modo costruttivo'.
Ma non è finita qui.

'Sa lavorare in modo autonomo, accurato e preciso. In ogni situazione dimostra un comportamento maturo e controllato, è rispettoso e sempre disponibile all'ascolto'.
Urca. 
Sono molto contento soprattutto perché si è integrato bene nel gruppo di studio, che non ha problemi di relazione e che sta costruendo la sua crescita intellettuale, almeno adesso, in modo sereno.
Vediamo cosa succederà nei prossimi mesi.

2 commenti:

  1. ..a mio parere poco contano i voti.
    Il giudizio (che brutta parola!!!) mi sembra la parte della pagella che invece andrebbe letta con maggiore attenzione.
    ...quindi COMPLIMENTI ad Andrea per il suo primo commento/profilo così lusinghiero!
    sarà tutto merito del papà?????

    RispondiElimina
  2. mamma mia! altissimo profilo!!!!!

    RispondiElimina

Teatro di prosa

È che la vita è un palcoscenico - anche se la visione è un po' banale e trita - in cui si susseguono scene senza che nessuno abbia scrit...