venerdì 5 novembre 2010

Ciao Bella!!!/2

Non poteva finire peggio, la querelle di Giovinezza a Sanremo.
In pieno stile italiano. Niente canto fascista? Allora nemmeno Bella Ciao, 'noi non vogliamo fare politica', ha dichiarato la Rai (pfuii...) e Morandi (ma dài....).
Quindi è stata ribadita l'equazione originaria. E pure rilanciata attraverso la censura. E forse quello ero il piano originario.
Le due canzoni sono sullo stesso piano, sono schierate e quindi o tutte e due o nessuna.
È vero, le due canzoni sono schierate, ma non sono sullo stesso piano.
Una è sul piano, bassissimo, della violenza, della sopraffazione, della tortura e della limitazione della libertà altrui.
L'altra, invece, è per la libertà, per la solidarietà, per la gioia di vivere, anche nel sacrificio per un ideale. Bella Ciao è su un piano talmente alto che che quelli là, dalle fogne dove ancora dovrebbero stare, manco lo vedono.
Ritorneremo a essere un paese che usa il cervello e non le chiappe per ragionare?

Nessun commento:

Posta un commento

Teatro di prosa

È che la vita è un palcoscenico - anche se la visione è un po' banale e trita - in cui si susseguono scene senza che nessuno abbia scrit...