giovedì 8 luglio 2010

Milano e i suoi Monopoli

"E' ora, è ora, è ora di cambiare, Il Pci deve governare".
Questo era uno degli slogan più urlati nelle manifestazioni che il più grande partito comunista d'occidente organizzava negli anni settanta.
Oggi il Pci non c'è più. Oggi il Muro non c'è più. Oggi le ideologie non ci sono più. Insomma oggi non c'è più una sana mazza di nulla.
Quindi i temi, gli obbiettivi, i sogni sono completamente diversi, all'insegna del sano pragmatismo e del fare.
Ma ognuno deve fare la propria parte.
Per questo motivo mi sto facendo promotore, insieme a una nutrita schiera di persone sensibili e sinceramente sensibili, nonché sensibili alla sensibilità, di una manifestazione su un tema caro a tutti, milanesi e non.
L'evento si dovrebbe svolgere in Piazza Duomo, a Milano. E proprio per evitare le solite e facili accuse di provincialismo e di localismo becero, abbiamo già preso contatto con una premiata società di telecomunicazioni per garantire, anche negli angoli più reconditi del mondo conosciuto, il collegamento diretto video e audio con la piazza. Lo streaming su internet sarà un ulteriore plus.
Eh sì, il tema è locale, ma anche glocale, e quindi globale e rivoluzionario.
Alla manifestazione, oltre alle consuete adesioni di personalità della politica e della cultura anche imprenditoriale (tra i tanti cito Steve Jobs, Bill Gates e il sciur Peppino, titolare della macelleria della Barona, per il business; qualche premio Nobel casalingo per la cultura, oltre a Topolino e Tex Willer), parteciperanno con un loro intervento Umberto Eco che affronterà il tema dal punto di vista semiologico, George Spieldberg che ci racconterà come gli alieni ci possono essere d'aiuto in sfide come queste e l'architetto Renzo Piano, che ci dirà come progettare e quindi realizzare. Per la politica hanno dato l'adesione l'Anci, per ovvi motivi, i presidenti delle regioni, il Senato della Repubblica, prossimo organismo federale, e molti privati cittadini impegnati nelle lotte quotidiane per un paese migliore (tra gli altri ricordiamo i Disobbedienti, quelli che Obbediscono un po' di più e gli Obbedienti Imbecilli).
La manifestazione, proprio per rafforzare il messaggio e diventare crocevia delle iniziative sul tema, sarà presentata dal trio Dandini/Bisio/Luttazzi, e avrà una parte di spettacolo con un concerto di Bob Dylan accompagnato dai 4+4 di Nora Orlandi.
Alle spalle del palco, un mega schermo manderà in continuazione un filmato su Milano, sui suoi pregi, sui suoi valori, sulle sue fetenzie.
Madrina della manifestazione, naturalmente, il sindaco Moratti, promotrice culturale e sociale della battaglia, intrapresa per ridare smalto e ruolo all'antica capitale morale della nazione. E da sempre a capo delle cause e delle battaglie, quelle sostanziali!!, per rendere la città più libera e più solidale.
'Basta con Milano maltrattata', è lo slogan della serata. Riconquistiamo la città e la sua dignità!
Vi attendiamo numerosi.
Le decine di sponsor garantiranno cibo e bibite fino a esaurimento scorte, oltre a gadget a profusione in ricordo della storica serata.

Nessun commento:

Posta un commento

La porta (e l'olio)

Olio, tanto olio. In quelle pompette un po' vintage che ancora circolano oggi. In genere di colore rosso. Un pezzo di carta, un po'...