lunedì 15 febbraio 2010

Family survey

In agenzia spesso usiamo società di consulenza che ci realizzano e forniscono ricerche di mercato, analisi di settori merceologici, studi su tendenze e orientamenti culturali. A volte hanno senso altre meno.
Ma da oggi fine. Sono costi inutili.
Posso avere tutto questo velocemente, e soprattutto a costo zero!, direttamente a casa mia senza problemi e molto rapidamente.
Pilù ieri si è rivelato per quello che è veramente: un sondaggista/analista di livello superiore. Con grandi doni che non tutti hanno: sintesi, rapidità e straordinario pragmatismo.
La scena.
Ieri, domenica, sulla strada per andare a trovare i nonni, oltre cortina.
Bibì agitata, urlante, incazzosa a livello inverosimile. Insomma lei.
Pilù che cerca di raccontare qualcosa, di fare il fratello maggiore, ma il casino in auto è veramente impensabile. Io comincio a friggere.
A un certo punto Pilù:
- BiBì, vediamo se sei monella.
Lei si zittisce e lo guarda ingrugnita. Io osservo tutto dallo specchietto retrovisore, cercando di non annientare tutta la famiglia con un colpo solo.
E allora cosa fa? La guarda e le chiede: 
- Tu sei Bianca?
Lei lo sguarda, lo scruta e spiattella l'unica possibile risposta.
- NO!
- Vedi sei monella. Punto.
In pochi secondi è stato analizzato il mercato, sono state raccolte le risposte degli intervistati, sono stati incrociati i dati raccolti, e alla fine è stata presentata al cliente una relazione finale che raccoglie le conclusioni.
Tutto a costo nullo, in auto e in pochi secondi.
Tra un po' gli giro la gestione del mio atrofico conto corrente.

Nessun commento:

Posta un commento

La porta (e l'olio)

Olio, tanto olio. In quelle pompette un po' vintage che ancora circolano oggi. In genere di colore rosso. Un pezzo di carta, un po'...