venerdì 13 marzo 2009

E la rossa arrivò!

BiBì ha un anno e mezzo. E' rossa di capelli e come si dice è un peperino. Ma tosto però.
Come nelle descrizioni dei Gormiti: voce baritonale, bicipiti possenti, presa ferrea, testa dura e espressione fulminante.
E suo fratello Pilù 'lo fa su' come vuole. Lo prende, lo gira, lo abbraccia, lo pizzica: Lui rimane lì come un cucù, a volte piange, a volte urla. E lei lo guarda, con uno sguardo tagliente e sogghigna.
Non vorrei essere nei sui panni, povero Pilù. Per quasi tre anni è stato il re incontrastato della casa, coccolato e riverito, sempre comunque al centro degli eventi. E bisogna dire che gli ha fatto bene. E' cresciuto bene, ha una capacità di intrattenere e di affrontare le discussioni decisamente sopra la media. E' una sorta di moderno dandy, elegante, ma per nulla noioso. E' intelligente e straordinariamente ironico.
E un giorno, era agosto, ecco che ti compare questa furia di dio, che ha cominciato da subito a occupare spazio, tempo e amore. Riuscendo subito nei suoi intenti, grazie anche alle allergie e intolleranze che ha portato in dote.
E noi? A rincorrerli tutti i giorni, a donare amore a piene mani, a crescerli nell'angoscia di un mondo che non si capisce più.

Nessun commento:

Posta un commento

La porta (e l'olio)

Olio, tanto olio. In quelle pompette un po' vintage che ancora circolano oggi. In genere di colore rosso. Un pezzo di carta, un po'...