martedì 6 giugno 2017

Libero come i fringuelli

Settimana vera e propria di vacanza.
Libero dai figli - in vacanza con la babysitter - mi ritrovo nella città tentacolare solo come un orso polare.
Allora, subito con un programma che farebbe arrossire anche il migliore dei latin lovers de noantri.

Lunedì
Siccome i parrucchieri sono chiusi non posso andare a tagliarmi i capelli. Quindi sotto con altre incombenze. La sera sarò al solito bar (ma quando mai...) che frequento e mi ritroverò con gli amici per una partita di bigliardo, una bevuta di amaro Montenegro e soprattutto - non ne vedo l'ora - una discussione sul calcio, sulle formazioni, sul toto-allenatori e su chi ha ragione e su chi ha torto su qualsiasi argomento. Mortale.

Martedì
Riaperti i parrucchieri finalmente potrò andare dalla sciura Adalgisa, la parrucchiera madre di tutti, per farmi fare uno shampoo, un massaggio alla cute che tanrto mi piace, e soprattutto per spettegolare su tutto e su tutti alla faccia del politically correct. Tremendo.

Mercoledì
Già tutto preparato. La cena arriva verso le 20,00 da qualche servizio di consegna che via internet ti permette di avere tutto, all'ora che vuoi, perché 'noi siamo avanti', ma molto. Poco prima dell'ora fissata arriva Grace Kelly (che mi perdoni...), vestita come in 'Caccia al ladro' la sera che seduce in albergo Cary Grant.
Si mangia qualcosa veloce e poi via alle danze. Seducente.

Giovedì
Visto che non sono più una ragazzino giornata di relax e recupero delle forze. Sauna, piscina, docce relative, aperitivo in piazza con qualche amico...niente di impegnativo. Rilassante.

Venerdì
Si avvicina il weekend. Ed è l'ultima sera di libertà non troppo vigilata. Bisogna sparare le ultime cartucce. Già tutto programmato. Svetlana (Ucraina), Galina (Russia), Ulla (Finlandia) e Concettina (Palermo) sono già preallertate. Saranno da me a partire dalle 18,00 per una serata a base di attenzioni, carezze e dolcezze culinarie (cucina Concettina, don't worry...) fino a riempire la notte di sogni e ginnastica dedicata. Stancante, ma molto.

Poi mi sono svegliato.
Passerò la settimana tra lavoro, letture  e meravigliose scritture, in dolce solitudine.
Meglio di così...

Nessun commento:

Posta un commento

La porta (e l'olio)

Olio, tanto olio. In quelle pompette un po' vintage che ancora circolano oggi. In genere di colore rosso. Un pezzo di carta, un po'...