giovedì 26 novembre 2009

Alimenti o dici sul serio?

Tre milioni e mezzo. Al mese.
Questa la richiesta della Signora al suo piccolo marito potente. Tre milioni e rotti di euro al mese, mica paglia!
Lui sembra aver allocato tra i duecento e i trecentomila al mese. Insomma si mette a fare il mercato, come il suo solito. Vedremo chi vincerà.
Cifre esorbitanti, lontane anni luce dalla vita normale di tutti noi. Ricchezze smodate, arrufate, cialtrone. Ma anche sogno diffuso dei più.
Beh, io quando ho divorziato, ho dovuto spendere meno, non c'è che dire. Anche se, forse, mettendo a confronto quanto guadagno e quanto ho dovuto sborsare, raffrontato con quanto è l'introito del Nano e quanto dovrebbe spendere per 'pagare' la Signora, in proporzione forse a me è costato di più.
Ma tant'è. Che ci si può fare?
E' il costo della libertà, della possibilità di rifarsi una vita, di avere due Squali meravigliosi, di ritornare a sorridere.
Alla faccia di tutto e di tutti.
La vita è piena di colpi di scena. Si sale, si scende, si rimane sospesi.
L'importante è non farsi male nei cambi di direzione e di velocità.
Oppure avere, a portata di mano, cerotti e bende di qualità.

Nessun commento:

Posta un commento

La porta (e l'olio)

Olio, tanto olio. In quelle pompette un po' vintage che ancora circolano oggi. In genere di colore rosso. Un pezzo di carta, un po'...