mercoledì 7 ottobre 2009

Volantinaggio

Ieri, appuntamento di lavoro zona Moscova.
Passo davanti alla questura e mi ritrovo bandiere al vento, telecamere, fotografi, agitazione generale fuori dal prestigioso palazzo.
Mi avvicino con la moto, con cautela e un poliziotto, rigorosamente in borghese, mi allunga un volantino in cui si elencano le sacrosante rivendicazioni della categoria, alla faccia della fandonie distribuite a piene mani sulla sicurezza ogni giorno da questo scellerato governo.
Ma non è questo il tema. L'argomento è che il mondo si è ribaltato.
Negli anni '70 quante botte prese dai 'celerini' perché si distribuivano volantini davanti a fabbriche e scuole.
Oggi mi ritrovo io a cercare il volantino dalla mani del 'pulotto', che mi sorride e ringrazia e che appena mi allontano torna a urlare in un megafono le rivendicazioni del suo sindacato.
E io approvo, con forza e convinzione.
Il mondo si è ribaltato, è assodato. E ormai non riusciamo più a stare in equilibrio.

Nessun commento:

Posta un commento

La porta (e l'olio)

Olio, tanto olio. In quelle pompette un po' vintage che ancora circolano oggi. In genere di colore rosso. Un pezzo di carta, un po'...