giovedì 24 settembre 2009

Siamo tutti Nureyev

Allora, io sono ormai sul viale del tramonto e non faccio più testo. Con due figli piccoli a oltre cinquant'anni ho poco da frequentare la Milano da bere, la Roma da mangiare piuttosto la New York da broccolare. E soprattutto sono fuori da tutti i giri.
Ma quello da sempre.
Ma porca di una miseriaccia schifosa, è possibile leggere simili cose?
E' possibile che in un momento come questo, con una crisi pazzesca nonostante quello che ci raccontano, con una disoccupazione dilagante e un degrado dei valori di convivenza impressionante, con un ambiente che ci lascia poco scampo ormai, ci sia qualcuno che si inventa anche i collant da uomo? E per venderli ce li passa pure per 'eleganti e sobri', trendy, insomma?
Ricordo ancora l'imbarazzo, seppure nella solitudine, di infilarsi la cosiddetta calzamaglia prima di andare a sciare, prima dell'avvento di tessuti e capi di abbigliamento che hanno la capacità di tenerti caldo senza aggiungere imbarazzanti strati 'della salute'.
Ricordo ancora i primi weekend/ponti in montagna con amici e fidanzate al seguito in cui si cercava di cammuffare i mutandoni della nonna in modo da non 'sputtanarsi' a vita.
I primi di lana, e anche spessa. Poi arrivarono quelli un po' più discreti, che uniti ai calzettoni e ai golfoni (di pile niente da fare, ancora), ai berrettoni grandi e che pizzicavano come carta vetra, ti facevano assomigliare a tanti yeti in gita parrocchiale.
E ora questa sottospecie di rintronati si inventano i collant da uomo?
Ma voi ve lo vedete Giuliano Ferrara con i collant? E Bruno Vespa che intervista (si fa per dire) il Nano Bagongo, anche lui collant-munito con pancera incorporata, busto, graffette per tenere su la faccia e quant'altro?
Bene io no. Ma anch'io avrei qualche seria difficoltà a indossare l'odiato capo, nonostante la voglia di sperimentare.
Totò, sant'uomo gridava: ma mi faccia 'n piacere!!! Anch'io.

3 commenti:

  1. "Nonostante la voglia di sperimentare"???????????
    Ma allora, la curiosità di sapere come si sta indossando un collant, cova sotto sotto !!!!
    E se ti ci trovassi bene? il passaggio successivo sono i tacchi...
    Oddio che brutto flash che mi è apparso al mattino così presto !!! Ciao

    RispondiElimina
  2. Parliamoci chiaro. Siamo nel 2000 e abbiamo una mentalità da Medioevo. Ci ritroviamo a criticare e a sputare sentenze di come si veste una persona. Se non usa abiti che la nostra mente definisce normali.. apriti cielo. Ma possibile che non ci accorgiamo che la nostra “normalità” altro non è che idee che ci hanno insegnato altre persone fin da piccoli? Se fossimo cresciuti in un paese dove gli uomini portavano gonna e collant oggi il forum sarebbe sullo scandalo dei collant per donne. Ebbene si, esistono i collant per uomo e anche da tanto tempo anche se in Italia (tanto per cambiare) non se ne parla mai. Anche gli uomini hanno problemi di circolazione ma devono indossare i collant di nascosto... e hanno paura di essere derisi o etichettati come gay, depravati o altri commenti da medioevo che escono dalle nostre menti aperte da 21esimo secolo che poi tanto aperte non sono. Personalmente sono molto più scandalizzato nel “vedere” Vespa che intervista il Nano viste le porcherie che combinano anche se vestiti con pantaloni e giacca. Possibile che si continua a guardare alle apparenze e non alla sostanza? Io ho stima di una persona per come si comporta, per la sua onestà, per la sua bontà e non se mette i collant o meno. W la libertà. Tu non vuoi mettere i collant? Bene, allora cosa te ne frega cosa indossano gli altri? Chi sei tu per dire ad un altro cosa e giusto indossare o meno? Parli di degrado dei valori? Ma guarda fuori dalla finestra le prostitute schiave.. quello è un degrado dei valori non un calzino di nylon! E poi perché bisogna immaginare per forza Giuliano Ferrara peloso con le autoreggenti? Uno più brutto non c’era? Non possiamo invece immaginare un “Costantino” depilato con dei collant coprenti in microfibra? Vi sembra di “cattivo gusto”? Ci sono donne più pelose di me e…. si depilano! L’uomo non può depilarsi? O anche la depilazione è una esclusiva femminile? Ogni persona deve esprimersi liberamente anche nel vestire. Perché le ragazze gridano allo scandalo quasi si sentissero derubate di un loro diritto di esclusiva? Proprio loro che usano praticamente tutti i vestiti da uomo sfacciatamente senza nessun timore di apparire perverse o altro. Vi ricordo che 60 anni fa si parlava dello scandalo dei pantaloni per donna… che retrogradi ottusi che erano… oggi invece noi si che abbiamo le menti aperte.. ne siete proprio sicuri? Le ragazze mi sembrano molto infantili (io posso ma tu no, tiè) e all’autore della risposta consiglio di indossare d’inverno per un giorno intero un collant in microfibra sotto i pantaloni e poi di dare un giudizio. Di persone sapientone che sanno tutto senza nessuna esperienza ne abbiamo anche troppe! Paolo non è questione di età ma di mentalità.. forse quella è vecchia!
    Paolino2000cc@libero.it

    RispondiElimina
  3. Ma no, mi metti in bocca cosa che non penso. Non è un problema di libertà di fare e vestire come si vuole: quello è indubbio, e poi chissenefrega. La cosa che io volevo sottolineare non era il 'conservare il vecchio contro il nuovo', ma semplicemente mettere alla berlina un modo di fare comunicazione sui giornali con notizie sempre più inesistenti. E poi fare della facile ironia.
    Ricordati comunque che la storia di ognuno conta, bella o brutta che sia, e quindi se gli uomini qui si vestono con i pantaloni e le donne con le gonne è una realtà a cui neanche tu, con la tua età (giovane o meno) e la tua apertura mentale, puoi prescindere.
    Ma non capisco bene cosa mi vuoi dire...
    ciao

    RispondiElimina

La porta (e l'olio)

Olio, tanto olio. In quelle pompette un po' vintage che ancora circolano oggi. In genere di colore rosso. Un pezzo di carta, un po'...