lunedì 21 settembre 2009

Fidanzata, una e trina

Ieri è venuta in visita la fidanzata di Pilù, Marghe, cioè l'amica con cui ha passato le vacanze al mare. Era dalla metà di agosto che non si vedevano e quindi c'era del palpabile imbarazzo appena incontrati.
Che è durato crca 45 secondi!!
Poi tutto si è scatenato verso giochi infiniti, lotta sul letto (me ne sono andato per discrezione), corse in giardino con biciclette e monopattini, palle e scivoli...
Insomma un pomeriggio all'insegna dello sport e 'dell'amore'. Uno spettacolo.
E BiBì? Eh BiBì ha toccato con mano, una volta di più, che cosa è la gelosia per suo fratello, la voglia di coprirlo di baci e contemporaneamente di legnate, la necessità fisica di averlo tutto per sé.
In certi momenti cercava di partecipare, di infilarsi tra i due, di accaparrarsi un momento di celebrità e attenzione. Ma si sa, l'amore è cieco e talvolta pure stronzetto e calpesta tutto e tutti quelli che stanno intorno. E BiBì è stata calpestata più di una volta, anche fiscamente parlando, in questi giochi convulsi.
E lei ha urlato, come non mai, per l'eventuale e involontario dolore, ma anche per la furibonda rabbia che le accecava gli occhi.
E la sera ha fatto un po' la sostenuta con suo fratello, per fargliela almeno un po' pagare. Ma poi le è passata, aggirandosi - ancora padrona, finalmente!!! - per la casa con fare spavaldo e incenerendo tutto e tutti con una sola occhiata.
E Pilù? Quando gli ho chiesto se era soddisfatto del pomeriggio e della sua fidanzata mi ha risposto secco e deciso:
- Fidanzata? Sì, una delle tre.
- E chi sono le altre due? gli chiedo.
- Una è l'istruttrice di sport del campus estivo (notare, almeno 20/22 anni...) e l'altra è la francesina compagna di campus.
- Ma se non le vedi da mesi, ormai?
E mi risponde, guardandomi negli occhi: - Io non dimentico niente.
Mi ha fulminato. E io l'ho abbracciato.
E pensare che io per uscire di casa devo fare l'elenco mentale delle cose che matematicamente dimentico...

Nessun commento:

Posta un commento

La porta (e l'olio)

Olio, tanto olio. In quelle pompette un po' vintage che ancora circolano oggi. In genere di colore rosso. Un pezzo di carta, un po'...