domenica 30 agosto 2009

Soffici capelli rossi

Siamo soli a casa per qualche giorno.
Io e gli Squali. E sembra senza particolare dramma da parte di BiBì.
Un pomeriggio domenicale tranquillo, passato ai giardini di casa dove
i due disgraziati si sono sfiniti oltre al pensabile. Meglio così
stanotte dormono.
Ma lo straordinario è avvenuto prima.
A un certo punto BiBì mi prende per mano, comincia mormorare una
parola incomprensibile e mi porta in bagno. Fino al momento in cui
capisco.
- Spazzola, papà!!
La prendo e la porto sul divano e, guidato inizialmente dalla sua
mano, comincio a spazzolarla. A lungo, non potevo fermarmi che mi
incitava a continuare. Straordinario. E lei mi sorrideva.
Papà di tutte le età avete mai spazzolato le vostre figlie? Immagino
di sì, io arrivo buon ultimo. Ma in caso contrario, fatelo e
ripetetelo all'infinito; è una prova d'amore e di confidenza
formidabile che sfodera una meravigliosa serenità.
Poi mi sono cimentato nella mia prima 'coda' e quella è tutta un'altra
storia. Ho bisogno di ripetizioni.

2 commenti:

  1. Dolcissimo gesto d'amore,che tanto bene puo'fare, oltre ogni previsione; i padri di 40-50 anni fa, così integri, integerrimi maschi, quanto amore congelato li ha limitati.
    Bibìììì, sei fortunata piccinina!!!e fortunati saranno i tuoi uomini ( ma questo non dirlo a papino!)

    RispondiElimina
  2. Carissima, proprio vero!!!
    Ma la vedo bruttissima per gli uomini futuri di BiBì, molto dura...
    ciao

    RispondiElimina

Teatro di prosa

È che la vita è un palcoscenico - anche se la visione è un po' banale e trita - in cui si susseguono scene senza che nessuno abbia scrit...