mercoledì 22 luglio 2009

When the music's over, turn out the lights

A un certo punto della vita è necessario fermarsi.
Fermarsi e osservare tutto quello che ti circonda e che non vedi e non hai visto, tanta è la velocità e la convulsione con cui vivi.
E allora ti accorgeresti di quanto amore hai perso, di quanta amicizia hai smarrito, di quanto affetto ti è sfuggito.
Fermarsi. Bella parola; bell'idea soprattutto!
Ma chi riesce a farlo? Chi ha questo lusso oggi?
Il vero ricco è quello che riesce a disporre del proprio tempo. Ma ancora più ricco è chi riesce a vendere tempo a chi non ce l'ha. Tempo e mente libera.
Merci rare, merci rarissime, anzi introvabili.
Altro che superenalotto...
Sono stanco, molto. Di tutto e di tutti.
Anche di questo blog.

Nessun commento:

Posta un commento

La porta (e l'olio)

Olio, tanto olio. In quelle pompette un po' vintage che ancora circolano oggi. In genere di colore rosso. Un pezzo di carta, un po'...