venerdì 24 luglio 2009

je t'aime moi non plus

I bambini sono una storia infinita.
Ogni giorno, se uno avesse tempo e voglia, potrebbe costruire storie formidabili, racconti da favola.
Pilù, questa settimana in conclusione, ha frequentato il Campus sportivo. Una sorta di full immersion degli sport in cui viene a contatto di tennis, basket, calcio, nuoto, ginnastica, atletica... Manca solo il salto della quaglia e il parapendio e fa tutto.
Io ero preoccupato. Lo avevano accettato anche se il limite d'età era cinque anni. E infatti si è rivelato il più piccolo del gruppo (fino ai 14anni, divisi in sottogruppi a seconda dell'età, credo più di 100 bambini/ragazzi).
Ma ero preoccupato anche perché era la prima volta che si trova in una situazione totalmente sconosciuta, da solo, con la necessità di confrontarsi con bambini, adulti anonimi, lavarsi, cambiarsi, fare merenda quasi in totale autonomia.
Bene, sembra che l'esperienza abbia funzionato bene. Stasera c'è il saggio finale fatto di un mix tra ballo/intrattenimento e prove sportive.
Ma la cosa ha funzionato in particolare perché Pilù, sembra, si sia ufficialmente fidanzato. Non rivelo il nome della fidanzata per la legge della privacy, ma sembra che la pulzella, di anni 5 - quindi leggermente più anziana - sia bellissima (me lo hanno detto le allenatrici), o meglio la più bella di tutte (me lo ha detto Pilù) e sia, udite udite!, francese.
Me lo vedo Pilù sedotto dall'accento strascicato della bella parigina che gli chiede:
- Sciaò, je suis ..., e tu com te chiam?
E Pilù, completamente inebetito che le risponde facendole vedere l'ultimo gormita acquistato.
E lei, con fare deciso tipico delle donne, lo guarda con sufficienza, ma anche con amore, e alla fine lo prende per mano e lo porta al barettino del centro sportivo a comprare il gelato.
Che meraviglia. Quando ieri, a parte questo dialogo solo sognato, mi ha raccontato questa favola d'amore ero commosso e orgoglioso dei buoni gusti di mio figlio e dei suoi primi, decisi, passi tra le braccia del gentil sesso.
Ieri sera a casa, ha raccontato la stessa cosa a sua madre.
Aggiungendo che comunque è anche fidanzato con un suo compagno....

Nessun commento:

Posta un commento

La porta (e l'olio)

Olio, tanto olio. In quelle pompette un po' vintage che ancora circolano oggi. In genere di colore rosso. Un pezzo di carta, un po'...