giovedì 4 giugno 2009

Maradona è meglio 'e Pelé

Le campagne elettorali degli ultimi anni (credo che siamo il paese, dopo la Svizzera, che si reca alle urne con la maggiore frequenza, un vero sfinimento!!) sono allucinanti, insulse, violente, senza alcun contenuto.
Ma si assomigliano tutte, soprattutto nei giorni che immediatamente precedono il voto.
Alcune citazioni di queste elezioni europee/amministrative. Ditemi voi se non le avete già sentite e risentite.

L'Unto: votare Pd (Pds prima e poi Ds) è un voto inutile
Democratici (prima Pds e Ds): astenersi è un voto a Berlusconi
Democratici: votare a sinistra è un voto buttato
Idv: votare Pd è votare per Berlusconi
Grillo: votare per tutti fa schifo e siete tutti imbecilli
Sinistra vera: noi unica opposizione (unica verità)

E' la solita musica. Tutto viene riciclato. Tutto è stato già detto. Tutto è stata già urlato in faccia agli italiani.
Che come ebeti guardano, ascoltano, si girano e se ne vanno.
Chissà quale tasso di astensionismo riusciremo a raggiungere questa volta?
E poi giù inchieste, analisi, relazioni dei guru della politica, interviste richieste o imposte, conteggi incrociati. Una sequela di parole, anch'esse inutili, che ci sommergeranno per settimane, riempiranno pagine di giornali, permetteranno a blogger dilettanti (o mio dio...) di riempire i server con post inutili come questo.
E poi?
Tutti al mare a mostrar le chiappe chiare, e chi si è visto si è visto.

Nessun commento:

Posta un commento

La porta (e l'olio)

Olio, tanto olio. In quelle pompette un po' vintage che ancora circolano oggi. In genere di colore rosso. Un pezzo di carta, un po'...