giovedì 9 aprile 2009

Sveglia!!!!

Oggi, ore 6,30, come in caserma, tutti svegli.
BiBì urla come una pazza, non si sa bene per quale motivo.
Pilù mi sveglia letteralmente per dirmi che 'la lotta tra i signori del Vulcano e quelli della Foresta è un casino totale'. E così per un'ora.
Voglio assolutamente finire il libro che ho sul comodino da troppo tempo, anche perché non merita così tanta dedizione. Mi innervosisco (ci vuole pochisssssimo), il mal di testa vive e lotta insieme a noi, cresce il disagio.
La giornata promette molto poco, sembra anche che ci sia un sole che non te le manda a dire.
E allora?
Allora a un certo punto mi si avvicina Pilù, borbottando che lui ha un sax e delle trombe (ma quando mai?). Io lo guardo interrogativo.
Lui si avvicina, lentamente e tutto a un tratto spiffera:
- Papàààà, lo sai cosa farò da grande?
I miei genitori di fronte a una domanda del genere avrebbero auspicato ingegnere, el dutur, oppure in banca. Io da padre moderno, politicamente schierato, consapevole e solidale, nonché democratico, mi aspetto che dichiari che si mette a capo del partito per la rivoluzione proletaria, oppure scrittore di libri straordinari e immancabili che lascino il segno nella letteratura mondiale.
Io lo guardo con fare ebete e occhi di bue, e allora lui mi viene in soccorso:
- Vabbé, te lo dico io. Io voglio fare il suonatore di trombone.
E io me lo vedo già a capo dei Berliner a suonare il trombone in una sinfonia di Strawinskij, piuttosto che nella più famosa band jazz del mondo.
E allora azzardo. - E perché?
E lui - Perché così faccio del movimento con le braccia.
Mentre scoppio a ridere, mi domando: trova un solo motivo per cui oggi, ma anche domani, tu non possa essere felice, uno solo...

Nessun commento:

Posta un commento

La porta (e l'olio)

Olio, tanto olio. In quelle pompette un po' vintage che ancora circolano oggi. In genere di colore rosso. Un pezzo di carta, un po'...