venerdì 20 marzo 2009

Un amico speciale

Sei il mio amico speciale
con te tutto posso fare

Sei il mio amico speciale
con te mi posso divertire

Sei il mio amico speciale
se non ti ubbidisco mi puoi sgridare

Sei il mio amico speciale
da te mi piace farmi coccolare

Tu sei speciale

Perché sei il mio papà
e io ti voglio tanto bene

Questo il testo, accompagnato da un disegno che raffigura Pilù e io - fatto da lui - in stile minimalista/picassiano, che ho trovato ieri sera per la festa del Papà.

Non so se il testo è inventato o copiato da qualche parte. Ma il fatto che Pilù, con grande fatica, aiutini in diretta e svarioni giganteschi, me l'abbia recitato lo ha reso 'tutto mio', pensato per me.
E oggi sarà una giornata luminosa, straordinariamente felice e piena di amore per i miei figli (anche se 'quell'altra' da ieri sera a stamattina ci ha fatto letteralmente impazzire).
Che si può volere di più dalla vita? (in un altro spazio magari vi faccio un elenchino, va là...)

Nessun commento:

Posta un commento

La porta (e l'olio)

Olio, tanto olio. In quelle pompette un po' vintage che ancora circolano oggi. In genere di colore rosso. Un pezzo di carta, un po'...