domenica 22 marzo 2009

Difendersi!

Io giro la testa, non esite. Non riesco più, chiudo gli occhi, mi tappo le orecchie, penso ad altro, scappo! Il web, la tv, la radio, i giornali, le chicchiere in giro: un concentrato di ostentate e macabri racconti intorno a bambini, torturati o stuprati, in guerra, sequestrati, rapiti, psicologicamente violentati, abbandonati, uccisi. Io non ce la faccio.
Da quando sono padre queste notizie le rifuggo, non voglio sapere. Cerco di difendermi, e difendere loro. Fino al momento in cui non sarà più possibile, in cui dovranno aprire gli occhi, dovranno entrare da soli nel mondo. Allora sarò il primo ad aprire il sipario su questi orrori, per metterli in condizione di riconoscerli e di rifuggerli.
Ma fino ad allora difendo e basta, come i cavalieri Jedi con le loro spade laser.
Sperando che il buon senso mi illumini, giorno dopo giorno.
E poi, insomma!, io non sono un commissario di polizia, non sono un funzionario dell'Onu e tanto meno un medico!

Nessun commento:

Posta un commento

La porta (e l'olio)

Olio, tanto olio. In quelle pompette un po' vintage che ancora circolano oggi. In genere di colore rosso. Un pezzo di carta, un po'...