domenica 29 marzo 2009

Alto tradimento!

Fa pensare, oltre che sorridere, l'ennesima inchiesta pubblicata. Questa è la volta di corriere.it, che ci rivela, così, senza avvertimento (l'articolo lo trovi qui), quasi con sottile compiacimento, che oltre un milanese su due tradisce.
E la performance è perfettamente bipartisan tra uomini e donne. Una volta nella vita, poi, lo hanno fatto sette coppie su dieci.
Nel paese del Vaticano, della morale cattolica, della spasmodica centralità della famiglia, oltre il 50% di uomini e donne ammettono che in questo momento stanno tradendo il proprio coniuge/partner, alla faccia di tutte le convenzioni.
Che dire? Beh da una parte fa piacere, perché almeno in questo i milanesi si dimostrano 'contro', trasgressivi, oltre che un po' furbetti e goderecci. Dall'altra il segnale è pesante da digerire almeno per come concepiamo la società di ieri arrivata a oggi, e alle sue forme di convivenza.
Sta cambiando la morale, e questo è un bene.
E che nessuno scagli la prima pietra, le potrebbe ritornare in faccia.

1 commento:

  1. che dire, molte cose, ma nessuna mi sembra intelligente per un argomento cosi' delicato, soggettivo, intimo.credo che ognuno di noi abbia il dovere di stare bene, nel modo che ritiene opportuno, l'unica cosa da evitare e' fare stare male qualcun altro intenzionalmente, credo davvero sia l'unica, ma mi chiedo anche:non e' che, di fatto, ora e' piu' di moda tradire che affrontare le difficolta'?e se i veri contro, i trasgressivi e i goderecci fossero quelli che gestiscono i cali di passione e provano a vivere l'amore che cambia piuttosto che attaccarsi all'idea dell'amore "sempre e a tutti i costi un fuoco" buttandosi nel letto di qualcun altro? ma e' solo un pensiero, soggettivo, di una che pensa che se tradisci e' perche' qualcosa non va con la persona che hai.

    RispondiElimina

La porta (e l'olio)

Olio, tanto olio. In quelle pompette un po' vintage che ancora circolano oggi. In genere di colore rosso. Un pezzo di carta, un po'...